News

Quali tipi di mascherine possono essere utili?

In un momento di emergenza nazionale come questo, noi tutti siamo chiamati a rispettare le regole e indossare le mascherine, per proteggere noi stessi e gli altri, al fine di contenere il contagio da Coronavirus.

Occorre fare particolare chiarezza sulle diverse tipologie di mascherine, presenti in commercio. Si dividono in: DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) e DM (Dispositivi medici o mascherine medicali).  La Protezione delle vie respiratorie da rischio biologico è regolata dalla norma Europea Unien 149 del 2009, che classifica i dispositivi in FFP1, FFP2 E FFP3 (FF significa mascherina filtrante).

  • In particolare le FFP1 ( chiamate anche anti-polvere), avendo il 78% di efficienza filtrante, sono insufficienti per proteggersi dal virus.
  • Le FFP2 E FFP3, sono resistenti ed efficaci, formati da tre strati di “tessuto non tessuto”,  a diversa densità. Lo strato intermedio permette il filtraggio, quello interno protegge il filtro dall’umidità del respiro. Hanno un’efficienza filtrante, rispettivamente del 92% e del 98%. Sono le più indicate per proteggersi dal virus. Particolarmente consigliate per medici e sanitari, che operano a stretto contatto con i malati di Covid-19 e per i familiari che li assistono. Possono essere definite totalmente inutili da persone infette, perché non permettono il filtraggio dell’aria in uscita. Quest’ultime non sono consigliate per essere indossate dai bambini o persone con la barba o occhiali, a causa dell’imperfetta aderenza al viso. Analoghe sono le maschere in “elastomeri” e “tecnopolimeri“, dotate di filtro sostituibile P2 O P3, che possiedono una migliore tenuta sul viso, ma il loro peso è maggiore.
  • Le mascherine chirurgiche, invece, servono a limitare la diffusione di agenti biologici pericolosi presenti nell’aria, poiché non proteggono invece chi le indossa, nella fase di inspirazione. Per tale motivo, devono essere indossate solo da individui infetti o potenzialmente infetti, non proteggendo dal contagio di provenienza altrui.
Back to list

Related Posts

Lascia un commento